INCASS

IN CAmmino sulle Strade Storiche

Anno: 2015

Le vie dell’Eremo di Montevirginio

Ripercorrere la strada che portava i fedeli, gli operai e le maestranze al Santo Eremo di Montevirginio (1668), ma anche un cammino verso un luogo considerato Sacro, già in epoca etrusca, nel segno di una ritrovata spiritualità. Un percorso lento tra la frazione di Montevirginio e Canale lungo le pendici del Monte Sassano (o Monte Calvario), tra ampie zone boschive, piccoli agglomerati di abitazioni e l’austero profilo del Convento dei Padri Carmelitani, ben posizionato all’interno di un naturale scenario verde. Un modo per riscoprire una parte di territorio così tanto familiare a chi ci vive, eppure a tratti sconosciuto o dimenticato.

La Doganale Oriolese

In questi ultimi anni nella nostra zona sono stati operati numerosi interventi di salvaguardia, presentati studi e piani di recupero del territorio omnicomprensivi[1. Cito alcune delle più importanti iniziativie. Nel 1982 si istituisce la Riserva Naturale Lago di Vico; nel 1984 il Parco Naturale Regionale Marturanum; nel 1988 viene istituito nel comune di Sutri il parco dell’Antichissima città di Sutri, il Monumento naturale Caldara di Manziana e a Canale Monterano la Riserva Naturale Monterano. Con le direttive europee Rete Natura 2000 e Life+ si individuano sul nostro territorio le Zone di Protezione Speciale (ZPS) e i Siti di Importanza Comunitaria (SIC). Nel 2004 i comuni di Blera, Vejano, Bassano Romano, Oriolo Romano, Canale Monterano, Allumiere e Tolfa, alcune delle loro Università Agrarie e le Province di Viterbo e Roma si sono uniti per dar vita al Consorzio Valle del Mignone con lo scopo di rilanciare un’area che va protetta e valorizzata, poiché dotata d’incredibili potenzialità economiche endogene. Nel Università Agrarie di Tolfa, Manziana e Allumiere e dai comuni di Manziana, Tolfa, Canale Monterano e Allumiere. Nel 2009 si costituisce il Parco Naturale di Bracciano Martignano. Nel 2012 tramite l’università degli studi della Tuscia per le faggete depresse di Bassano R. e Oriolo R. si avvia la richiesta di riconoscimento come siti Patrimonio Mondiale Naturale da parte dell’UNESCO.] che a causa della loro natura rimangono inattuati o sono di lunga e difficile realizzazione. Molto raramente i vari Enti preposti alla sorveglianza, manutenzione e valorizzazione del territorio attuano piccoli interventi ma con uno scopo accuratamente programmato.

La Doganale Oriolese trovandosi in una zona di “nessuno” non sfugge a questa realtà.

Obiettivo della proposta è valorizzare la Doganale Oriolese come percorso storico, culturale e turistico tramite il recupero dell’antico tracciato nel tratto in completo abbandono tra il Fosso della Strega in località Valle Nobile e la località Agliola Vecchia, nel Comune di Bassano Romano (VT). La strada di campagna “vive” se viene percorsa, calpestata e mantenuta in buono stato.

Questo piccolo intervento che si propone se attuato non solo aumenta e diversifica gli utenti della doganale ma consente di intercettare il flusso dei camminatori della Via Francigena, ponendo le premesse per il volano di un turismo ecosostenibile.

INCASS © 2015 Frontier Theme