INCASS

IN CAmmino sulle Strade Storiche

La nostra idea …

La Selciatella a Stigliano

Gli Etruschi costruirono le loro città su aspri pianori rocciosi a guardia delle piste protostoriche più battute. I Romani, forti del loro dominio, aprirono robuste strade lastricate su terreni ampi e fertili.

Nel medioevo la viabilità si fece più tortuosa per aggirare i viadotti crollati e per evitare le aggressioni dei popoli barbari. In epoca moderna si è privilegiata la comodità e la celerità dei collegamenti.

Ora abbiamo bisogno di strade ampie, circonvallazioni, rettifili in un territorio sempre più urbanizzato, dove l’antica rete viaria, quando non viene alterata da nuovi interventi, tende a scomparire sotto l’assalto della vegetazione spontanea.

Nel territorio dell’alto bacino del torrente Mignone (Vejano, Bassano Romano, Oriolo Romano, Manziana, Canale Monterano, Tolfa), dove la frequentazione umana risale alle epoche più remote, si sovrappongono reticoli stradali protostorici, etruschi, romani, medioevali e moderni.

Riscoprire le strade di questa zona, abbandonate nell’antichità o in tempi più recenti, lungo i quali un tempo ferveva la vita, e ripercorrerle ci consente di rivivere sul campo la nostra storia passata, che può essere sfogliata come un libro, capitolo dopo capitolo.

Updated: 28/06/2017 — 08:04
INCASS © 2015 Frontier Theme